EN
Cerca
  • Chiara Proietto

Cosa vedere a Siracusa in due giorni, la più bella città greca di Sicilia

Aggiornamento: giu 30

Scopri con Tripnacria cosa vedere a Siracusa in 2 giorni: abbiamo raccolto per te le 10 cose da vedere a Siracusa e le più belle escursioni per farti conoscere al meglio questa città, definita la città greca più grande e nobile. Inizia con noi il tuo viaggio!


Piazza Duomo Siracusa, Cosa vedere a Siracusa in 2 giorni
Piazza Duomo di Siracusa

Eccoci a Siracusa! Era Settembre del 2020 quando noi di Tripnacria abbiamo deciso di trascorrere qualche giorno in questa fantastica città.


Ci ha accolti in tutto il suo splendore: bianca ed abbacinante, sembrava essere nata dalla schiuma dello Ionio come a volerci ricordare la sua antica gloria e la grandezza della sua storia.


È una delle città più importanti dell'intera Sicilia, testimone vivente di tutte le culture del Mediterraneo. I suoi monumenti, appartenenti a tutte le epoche, certificano ancora di più l'autenticità della sua testimonianza tanto che il suo centro storico, l'isola di Ortigia, è diventato nel 2005 Patrimonio UNESCO insieme alla Necropoli di Pantalica.

Sicani, Siculi, Greci, Romani, Spagnoli: Siracusa potrebbe raccontarti storie vecchie 2750 anni, a partire dal momento in cui il primo masso di pietra calcarea venne posizionato ad Ortigia (intorno al 734 a.C) dai Greci che fondarono quella che sarebbe diventata presto la potente Syrakousai.


Adesso che conosci un po' della sua storia, perché non vieni a scoprirla con noi?

Ecco la nostra top 10 su cosa vedere a Siracusa in 2 giorni.



Giorno 1 - L'isola di Ortigia


Quella che giù si stende fantastica su l’acque, cinta di miti e leggende, è l’isola di Ortigia.

L’antica Siracusa la trovi ancora oggi sull'isola di Ortigia (una delle 5 città-quartiere antiche insieme alla Neapolis, all’Epipoli, alla Tiche e all’Akradina) che costituisce il centro storico della città. A collegarla alla terra ferma ci pensa Ponte Nuovo che ti accompagnerà come su un tappeto nella parte nuova dell’abitato.



1. Il Tempio di Apollo


Tra le prime cose da vedere a Ortigia, mettiamo proprio lui, il magnifico Tempio di Apollo che con i suoi resti sembra fare da guardia al mondo greco custodito sull'isola.

Il Tempio è il più arcaico di tutta la Grecia Occidentale e le sue colonne monolitiche risalgono circa al VI secolo a.C. Un tempo i suoi colori rosso e blu scintillanti, i suoi motivi e il suo frontone, padroneggiavano su tutto il circondario. Riesci ad immaginarlo?


POSIZIONE GOOGLE MAP


Tempio di Apollo, Ortigia. Cosa vedere a Siracusa
Tempio di Apollo, Ortigia. Chiara Proietto

2. La Giudecca


Uno dei posti più caratteristici di Ortigia? Sicuramente la Giudecca, il quartiere ebraico ed uno dei più suggestivi in assoluto. Perdersi e vagare senza una meta tra le sue viuzze e i suoi vicoli vale da solo un viaggio a Siracusa!

Tra i monumenti più caratteristici, ti segnaliamo la Chiesa di San Giovanni alle Catacombe, un piccolo luogo di culto a cielo aperto che custodisce le Catacombe dei Cappuccini, e l'antico bagno rituale ebraico, scoperto di recente durante lavori di restauro del Residence Alla Giudecca.



VEDI ANCHE: I Bagni Ebraici di Ortigia, un luogo di purificazione alla Giudecca


POSIZIONE GOOGLE MAP



3. Il Duomo di Siracusa


Eccoti il simbolo per eccellenza di Siracusa! Il Duomo di Ortigia è un elegantissimo monumento la cui facciata barocca risale agli anni successivi al 1693, anno del terribile terremoto del Val di Noto. Le sue fondamenta hanno inglobato quasi completamente quelle dell'antico tempio dorico di Atena del 480 a.C. , del quale si notano ancora le colonne.

Visita questo luogo magico soprattutto al tramonto, quando il candore della pietra calcarea si colora di rosa!


POSIZIONE GOOGLE MAP



4. La Fonte Aretusa


A lei si deve l’appellativo di “città dei papiri”. Questa mitica sorgente d'acqua piantata a papiri, decantata da tutti i più grandi poeti, è l'unica fonte d'acqua dolce presente nelle vicinanze; ciò fa di Siracusa l'unica città d'Europa nella quale cresce spontaneamente il papiro, presente nell'artigianato locale.


La storia di Siracusa è strettamente legata a questa fonte: è per la presenza di questo specchio d'acqua dolce che i greci scelsero di fermarsi qui per fondare la loro colonia.


E poi diciamoci la verità, questo è anche uno dei posti più romantici di Ortigia. È qui che è ambientato infatti il mito di Alfeo e Aretusa e la loro storia d'amore.



VEDI ANCHE: L'isola di Ortigia e il mito di Aretusa come non l'hai mai letto prima


POSIZIONE GOOGLE MAP


Fonte Aretusa, Cosa vedere a Ortigia
La Fonte Aretusa, Ortigia. Chiara Proietto

5. Il Castello Maniace


Dal periodo greco passiamo a quello normanno con questa maestosa fortezza che dà sul mare. Costruito per volere di Federico II intorno al 1239, questo castello passò di mano in mano da Angioini a Spagnoli, diventando nel corso del tempo prima prigione e poi punto fondamentale della cinta muraria della città.


Il nome di Castello Maniace deriva da Giorgio Maniace, generale bizantino che nel 1038 riconquistò la città dal dominio arabo.


Ad oggi potrai assistere alla mostra d'arte di Alfredo Pirri che ha reso il pavimento del Castello un vero e proprio "incantesimo di specchi".


POSIZIONE GOOGLE MAP


Castello Maniace Siracusa, 10 cose da vedere a Siracusa
Castello Maniace di Siracusa. Chiara Proietto

Giorno 2 - La terraferma



6. Parco Archeologico della Neapolis


All’interno del quartiere della Neapolis, dove oggi sorge l'area archeologica, puoi trovare opere di pietra che stanno lì immobili da secoli, a dispetto dello scorrere del tempo: ti parliamo delle latomie, cave di pietra calcarea utilizzate dai Siracusani per imprigionare schiavi e prigionieri di guerra, per di più Ateniesi.


Le più note sono tre: la Latomia del Paradiso, sede del famoso Orecchio di Dionisio coniato da Caravaggio a Siracusa, la Latomia dei Cordari e la Latomia dei Cappuccini.



VEDI ANCHE: Latomia del Paradiso e Orecchio di Dionisio, tesori di Siracusa


POSIZIONE GOOGLE MAP



7. Il Teatro Greco


Conoscerai sicuramente la perla del Parco Archeologico, il Teatro Greco del V secolo a.C., il più grande teatro del mondo greco scavato quasi interamente nella pietra calcarea.

Davanti a più di 16 mila spettatori, Platone recitò qui i suoi discorsi ed Eschilo rappresentò le sue più grandi tragedie.

Oggi come allora il teatro è ancora un punto cardine di Siracusa e rappresenta uno dei momenti più importanti della vita culturale della città. Non perdertelo!


POSIZIONE GOOGLE MAP


Teatro Greco Siracusa, Siracusa in 2 giorni
Teatro Greco di Siracusa

8. Il Museo Archeologico Paolo Orsi


Uno dei principali musei di Sicilia, delle sua collezioni fanno parte reperti risalenti all'età preistorica, greco-romana e paleocristiana. Nella sala del Medagliere sono custodite anche preziose monete siracusane d'ogni epoca.

Il pezzo forte del Museo è la famosa Venere Landolina, la scultura marmorea di cui si innamorò perfino Guy de Maupassant: cercala anche tu!


POSIZIONE GOOGLE MAP



9. La Necropoli di Pantalica


Vi è un luogo poi a Siracusa capace di farti tornare indietro nel tempo, in un’epoca così lontana e misteriosa da precedere addirittura quella greca: la Necropoli di Pantalica, un’importantissima testimonianza dello sviluppo della civiltà più antica di Sicilia.


Ancora prima dell'arrivo dei greci, infatti, un'altra popolazione abitava nei pressi dell'odierna Siracusa, una civiltà autoctona, quella dei Sicani. All'arrivo dei Siculi, circa nel XIII secolo a.C. questi furono scacciati dalla costa siciliana e perseguitati fino a quando non pensarono bene di rifugiarsi su un’altura a circa 400 metri sugli Iblei, un luogo difficile tanto raggiungere quanto da assaltare. È qui che si sviluppo la civiltà di Pantalica.


Noi siamo rimasti veramente incantanti da questo luogo magico, quasi fuori dal tempo, e dalla valle del fiume Anapo dalla quale è circondato: non abbiamo resistito alla voglia di fare un bagno!


POSIZIONE GOOGLE MAP


Necropoli di Pantalica, 10 cose da vedere a Siracusa
La Necropoli di Pantalica nella Valle dell'Anapo

10. Le Catacombe di San Giovanni


Dalle necropoli alle catacombe paleocristiane. Al di sotto della Basilica di San Giovanni Evangelista, di cui ti abbiamo parlato sopra, queste straordinarie gallerie sotterranee conducono verso un particolarissimo luogo di culto nel sottosuolo di Siracusa. Un'intera città dedicata quasi interamente ai defunti, seconda per importanza ed estensione solo a quella Romana.


POSIZIONE GOOGLE MAP



Escursioni a Siracusa


Le bellezze di Siracusa non finiscono mica sulla terraferma!

Come ogni città costiera che si rispetti, anche Siracusa ha le sue spettacolari grotte marine pronte ad essere scoperte con una fantastica escursione in barca a Ortigia proposta da The Island of Wonders.


Partecipando a questo tour potrai scoprire la grotta degli innamorati a forma di cuore, l'Orecchio di Dionisio del mare, i bellissimi scorci della città che altrimenti non potresti ammirare da terra e, se vuoi, puoi anche farti un bel aperitivo direttamente a bordo, magari al tramonto. Se sei curioso di sapere di più, dai un'occhiata al link qui sotto.