EN
Cerca
  • Chiara Proietto

I Bagni Ebraici di Ortigia, un luogo di purificazione alla Giudecca

Tra le antiche terme naturali in Sicilia troviamo quella che per anni è stata nascosta nel quartiere ebraico della Giudecca a Ortigia. Ti parliamo proprio dei Bagni Ebraici di Ortigia, scoprili con noi!


Bagni Ebraici Ortigia a Siracusa
I Bagni Ebraici di Ortigia a Siracusa

C’è qualcuno tra noi che non abbia mai desiderato, magari dopo una lunga settimana di lavoro e impegni, un piacevole momento di relax immerso nel torpore delle acque termali? Te lo diciamo noi, non c’è!


Questa sfarzosità ci è stata tramandata dai nostri cari romani che vedevano le terme come luoghi di socializzazione e distensione.

Ma non tutte le culture avevano questa stessa idea: infatti, popoli come arabi ed ebrei davano valenze molto più profonde alle acque termali e la Sicilia, grande calderone di queste civiltà, ne custodisce alcuni esempi. Noi di Tripnacria siamo andati a scoprirne qualcuna.



Un luogo di abluzione ad Ortigia


Ci troviamo ad Ortigia, nella splendida Siracusa. È qui che 30 anni fa è stato portato alla luce un prezioso tesoro archeologico. Parliamo del Mikveh, un bagno di abluzione e purificazione rituale, risalente al VI secolo a.C. e custodito segretamente nei sotterranei di Ortigia per più di 500 anni.


È incredibile, ma è ancora più incredibile il modo con il quale queste terme ebraiche sono state scoperte: per puro caso! Proprio così, niente studi o scavi archeologici.

I nostri bagni, traccia peraltro della forte presenza ebraica prima della cacciata del 1492, sbucarono fuori dai sotterranei dell'isoletta nel 1991 durante dei lavori di restauro di un residence di lusso.


Un tesoro nascosto


È fantastico il suo stato di conservazione: secondo alcuni studi il Mikveh sarebbe non solo il più antico di tutte le strutture ebraiche del Mediterraneo, ma anche il meglio conservato e il perché non è difficile da spiegare.

Il bagno purificatorio infatti è sito a 18 metri di profondità e, negli anni della cacciata ebraica, gli ebrei, sperando forse di poter ritornare in questo posto, nascosero e ricoprirono bene questo luogo rituale, così bene da non essere trovato prima del '91: che astuzia!


L'acqua della purificazione


La struttura è composta da varie sale con vasche dalle quali sgorga un'acqua limpida e purissima (collegata a quella della fonte Aretusa) nella quale gli ebrei si immergevano completamente in posizione fetale per cancellare i loro peccati e purificarsi.


Ma non è finita qui! Sappiamo che questi bagni erano utilizzati anche e soprattutto dalle donne che, dopo il ciclo mestruale e il parto, dovevano purificare il loro corpo al cospetto di donne anziane prima di riprendere i rapporti coniugali.



Un luogo di abluzione rituale, questo, che ci riporta indietro nel tempo alla scoperta di culture e popoli, come quello ebraico, davvero misteriosi, profondi e suggestivi. Facci un salto!



VEDI ANCHE: Cosa vedere a Siracusa in due giorni, la città greca più bella di Sicilia



Come arrivare ai Bagni Ebraici Ortigia


Indirizzo: Via Alagona, 52 – Siracusa

Orari: lunedì - venerdì 10.00 - 13.00; sabato e domenica 10.00 - 13.00 / 16.00 - 18.00

Costi: Biglietto: € 5,00 (visita su prenotazione)

Per info e prenotazioni: 0931 21467 - amaliadaniele1@gmail.com





Siamo riusciti a suscitarti interesse su questo luogo? Allora dai un'occhiata al Tour Sicilia Orientale 10 giorni in cui è compreso!


Se questo articolo ti è stato utile, metti un like (te ne saremo grati) e condividilo con i tuoi amici.

29 visualizzazioni0 commenti