EN
Cerca
  • Chiara Proietto

L’isola di Ortigia e il mito di Aretusa come non l'hai mai letto prima

Tra i miti siciliani, il mito di Aretusa sull'isola di Ortigia è sicuramente il più noto in tutta l'isola. Ti raccontiamo i luoghi del mito e la storia di Alfeo e Aretusa in una veste tutta nuova!


Fonte Aretusa, Isola di Ortigia. Cosa vedere a Ortigia
La Fonte Aretusa ad Ortigia, Siracusa

Lo avrai già capito, noi di Tripnacria andiamo matti per le leggende!


Nella prima tappa del nostro viaggio fantastico nelle leggende siciliane ti abbiamo raccontato di Via Crociferi e il cavallo senza testa (se te la sei persa, vai subito a vederla; se l'hai già letta, ti è piaciuta?).


La seconda destinazione del nostro #viaggionelleleggendesiciliane, ci catapulta in un tempo remotissimo e sconosciuto, nella terra degli dei, nei pressi del Monte Olimpo…



l'incontro con Alfeo


Sembra di essere in paradiso.


Tutto è verde attorno a noi: i boschi ci avvolgono rigogliosi, gli uccelli cinguettano, le acque che scorrono allietano le nostre orecchie e i daini corrono lontani dalla nostra vista. Ma la quiete del momento viene presto spezzata da gemiti di tristezza. Chi sarà mai?


Ci incamminiamo verso un sentiero per seguire quei lamenti: è Alfeo, divinità del corso d'acqua che porta il suo nome. Il giovane dalla folta chioma bionda piange disperato, al ché gli chiediamo cosa mai gli sia capitato.

Dopo minuti di pianti ininterrotti e pacche sulle spalle (che piagnucolone!), ci racconta di essersi innamorato e di aver perduto la sua amata.


Parla di Aretusa, una delle ninfe predilette di Artemide, che, allontanatasi dal gruppo, era giunta presso il limpido fiume di Alfeo e qui si era immersa. Alfeo ci confessa di non essere riuscito a trattenere l'emozione di accogliere una così bella giovane e di aver iniziato a roteare attorno al suo corpo come per accarezzarla e avvolgerla a sé.


È a questo punto del racconto che ricomincia a piangere; infatti Aretusa, turbata, si era affrettata ad uscire dall'acqua. Alfeo ci dice di aver subito provato a tranquillizzarla mostrandosi nelle sue sembianze umane, ma questo non deve aver funzionato perché la giovane era già fuggita via.


La corsa sembra essere durata a lungo (Alfeo ha ancora adesso il fiato di chi ha partecipato ad una maratona) e Aretusa è letteralmente sparita.

Pare che abbia chiesto aiuto ad Artemide, vista la stanchezza che la stava vincendo, e che la dea l'abbia tramutata in una nuvola e soffiata lontano fino all'Isola di Ortigia, in Sicilia, dove l'ha lasciata cadere tramite pioggia (ma questo ad Alfeo meglio non dirlo!).


Tra tenere parole e abbracci, lo consoliamo per come possiamo sperando che ci lasci andare in fretta; abbiamo troppa voglia di raggiungere la Sicilia e vedere le nuove vesti della ninfa!


…tempo dopo


Sembra che giorni dopo il nostro incontro, Alfeo sia venuto a sapere di Aretusa e che abbia implorato gli dei per raggiungerla. Pare che Giove lo abbia aiutato ad escogitare un piano per arrivare fino in Sicilia, scavando un tunnel sotto il Mar Ionio per poter raggiungere, dal Peloponneso, la sua bella.


Alfeo e Aretusa, isola di Ortigia
La statua di Alfeo e Aretusa, Siracusa

Cosa troverai oggi presso la Fonte Aretusa


La risposta non è Alfeo, ma i papiri!

Una fitta macchia di papiri selvatici, infatti, sbuca fuori dalle acque della ninfa. L'orientale e affascinante pianta della "carta dei faraoni" è giunta fino a qui e cresce rigogliosa fino a 3/4 metri.


Per quanto riguarda la fonte Aretusa, invece, questa non è altro che uno dei tanti sfoghi della falda freatica che si trova nel siracusano che alimenta anche il fiume Ciane.


POSIZIONE GOOGLE MAP



A proposito di fiume Ciane.

Ti raccomandiamo un altro luogo nelle vicinanze di Siracusa dove l'elegante pianta di papiro cresce naturalmente, la Riserva Naturale Fiume Ciane e Saline di Siracusa.

Se vuoi trascorrere qualche ora immersi in questo ambiente naturale, palcoscenico del mito, facci un salto!


POSIZIONE GOOGLE MAP






LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Siracusa in due giorni, la più bella città greca di Sicilia





Siamo riusciti a suscitarti interesse su questo luogo? Allora dai un'occhiata al Tour Sicilia Orientale 10 giorni in cui è compreso!

Se questo articolo ti è stato utile, metti un like (te ne saremo grati) e condividilo con i tuoi amici.


80 visualizzazioni0 commenti