EN
Etna, Parchi Naturali Sicilia

Parchi Naturali
Sicilia

ETNA

 

VIA DEI CALANCHI

PANTELLERIA

La Sicilia consta di 4 Parchi Naturali Regionali, di un Parco Nazionale e di circa 88 Riserve Naturali.
Scopri la bellezza della natura siciliana ed esplorala con le migliori escursioni.

 

Scopri le migliori Escursioni sull'Etna

NEBRODI

MADONIE

Scopri le migliori Escursioni sui Nebrodi

Scopri le migliori Escursioni sulle Madonie

Scopri le migliori Escursioni Alcantara

Il Parco dell'Etna

 

Il Parco dell'Etna è il più importante di Sicilia, istituito negli anni '80. Con i suoi ben 59.000 ettari ingloba un paesaggio naturale affascinante e unico al mondo di cui l'Etna, il vulcano attivo più alto d'Europa e patrimonio Unesco, è protagonista.

Il territorio del Parco ospita più di 200 grotte a scorrimento lavico, tra cui la Grotta dei Lamponi e la Grotta del Gelo, oltre a formazioni vulcaniche eccezionali come quelle, più conosciute, della Valle del Bove, dei Monti Sartorius, dei Monti Rossi e dei Crateri Silvestri. 

Tra i punti di interesse turistico qui troverai la prima stazione sciistica di Sicilia, Piano Provenzana, l'Osservatorio astronomico, la funivia dell'Etna e numerosissimi rifugi meta di escursionisti.


Il Parco risiede su 20 comuni ed è suddiviso in 4 zone.


ZONA A o Riserva integrale. Qui la natura è protetta al 100% e nessuna attività umana è consentita se non le attività forestali, di ricerca ed escursionistiche. La riserva integrale ingloba interamente la zona che interessa i Crateri Sommitali e per questo è caratterizzata dal deserto lavico e dall'assenza di vegetazione ad eccezione delle piante endemiche etnee dell'Astragalo, della Saponara o della Camomilla.


ZONA B o Riserva generale. Questa zona occupa la maggior parte del territorio del Parco e si estende fino ai 1.880 metri s.l.m. A partire da qui troverai Betulle, Faggi, alberi di Cerro, di Pino laricio, Roverelle, Querce e la Ginestra dell'Etna oltre a diverse colate laviche antiche e recenti.


ZONA C e D o Zone pre-parco. Queste zone si trovano nella parte più bassa del vulcano tra i 580 e gli 800 metri s.l.m. e sono caratterizzate dalla presenza di vigneti, castagneti, noccioleti, uliveti e pistacchieti.

Il Parco dei Nebrodi

 

Il Parco dei Nebrodi è la più selvaggia, variegata e ampia area naturale protetta di Sicilia dal 1993. Ingloba 24 comuni delle provincie di Catania, Messina ed Enna e ospita una delle cime più alte dell'isola, Monte Soro (1847 m).

 

Questo polmone verde è caratterizzato dalla ricca vegetazione, dalla presenza di splendidi laghi come il Lago Maulazzo o il Biviere, fiumi e cascate tra cui la Cascata del Catafurco. La sua peculiarità principale è tuttavia il paesaggio che spesso assume aspetti quasi dolomitici in alcune aree, come per esempio presso le Rocche del Crasto. Infine i Nebrodi sono casa di Grifoni e Aquile Reali che qui nidificano e del famoso Suino Nero.

 

Come il Parco dell'Etna, anche quest'area protetta è suddivisa in 4 zone.


ZONA A o Riserva integrale. Qui dominano i boschi di Cerro e Faggio, l'albero di Tasso, alcuni sistemi rocciosi come le Rocche del Crasto (casa dei rapaci) e le zone umide d'alta quota; é consentita l'attività escursionistica.
 

ZONA B o Riserva generale. In questa zona troverai ancora boschi, soprattutto di Sughero, meravigliosi paesaggi e aree adibite al pascolo.
 

ZONA C e ZONA D o Zone di protezione e controllo. Sono le aree più esterne del Parco dove potrai trovare strutture turistico-ricettive. 

 
Il Parco dell'Alcantara

 

Il Parco Fluviale dell'Alcantara è zona protetta dal 2001 con lo scopo di proteggere e promuovere questa meravigliosa area che circonda il fiume Alcantara.

Il territorio circostante, che ingloba 12 comuni, è pieno zeppo di punti d'interesse sia culturale sia naturale. Tra questi ti segnaliamo la Cuba Bizantina di Santa Domenica, il Castello di Calatabiano e il vulcanetto di Monte Moio.

 

Il pezzo forte del Parco sono le famosissime Gole dell'Alcantara, pareti alte fino a 25 metri e formate dalle antichissime lave basaltiche dell'Etna entro le quali scorre il fiume. Non molto distante dalle Gole troverai anche le Gurne dell'Alcantara, 16 laghetti naturali sparsi nel territorio di Castiglione di Sicilia e Motta Camastra.

 
Il Parco delle Madonie

 

Il Parco delle Madonie, istituito nel 1989, ospita le montagne emerse più antiche di Sicilia. Qui sorge il secondo monte più alto dopo l'Etna, Pizzo Carbonara (1978 metri s.l.m). 

Quest'area naturale, che ricade su 15 comuni, preserva alberi secolari preziosissimi come la Roverella di circa 800 anni sita nei pressi di Castelbuono e gli Agrifogli giganti di circa 350 anni. Inoltre il Parco protegge gli ultimi trenta esemplari di Abete delle Madonie, unico al mondo.

Oltre che per Piano Battaglia, seconda stazione sciistica di Sicilia dopo Piano Provenzana, le Madonie sono note per le Gole di Tiberio. Queste sono affioramenti di roccia calcarea risalenti al Mesozoico e modellati dall'acqua del fiume Pollina. Per la loro importanza geologica e paesaggistica, le Gole di Tiberio fanno parte dei Geositi dell'Unesco dal 2001.

Il Parco Nazionale di Pantelleria

 

Quello di Pantelleria, istituito nel 2016 è il primo Parco Nazionale di Sicilia.

Occupa l'80% del territorio di tutta l'isola e la bellezza del suo paesaggio vulcanico ha fatto si che questa prendesse il nome di Perla Nera del Mediterraneo.

Anche se l'attività vulcanica è ormai assente, sono ancora attivi invece fenomeni secondari come le Favare, getti di vapore che fuoriescono dalla roccia. 

Tra le cose che rendono unico il Parco troviamo sicuramente il lago Specchio di Venere, la sauna naturale di Benikulà, i muretti a secco e la vite ad alberello dichiarati entrambi Patrimoni dell'Unesco, Montagna Grande (la vetta più alta dell'isola), l'arco dell'Elefante e tutte le fantastiche spiagge.

I nostri articoli sui Parchi e riserve naturali in sicilia

 

Scopri le migliori Escursioni a Pantelleria