EN
Cerca
  • Chiara Proietto

Cosa Vedere Ad Acitrezza e dintorni, la nostra top 10

Aci Trezza si trova in quella parte di Sicilia nota anche come Terra dei Ciclopi. Scopri con Tripnacria cosa fare e cosa vedere ad Acitrezza, Aci Castello e Acireale.


Faraglioni dei Ciclopi di Acitrezza
I Faraglioni di Acitrezza

Qui in Sicilia si trova un piccolo centro marinaro che, seppur minuscolo, racchiude in sè tutte le caratteristiche peculiari della Sicilia: rocce vulcaniche, mare cristallino, l'andirivieni di barchette da pesca, racconti, miti, storia e tradizioni.


Ti parliamo di Aci Trezza, il pittoresco borgo di pescatori che spicca incantevolmente sul litorale ionico, al cospetto dell'Arcipelago delle Isole Ciclopi. È proprio in questa cittadina che è stato ambientato il mitico scontro tra Polifemo e Ulisse, per il quale è conosciuta, ma le sue chimeriche bellezze erano note a tutti i viaggiatori - pensa un pò - già nel '700.

Adesso tocca a te conoscerle con Tripnacria!



1. i Faraglioni di Acitrezza


In vetta alla classifica dobbiamo obbligatoriamente posizionare l' Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi che, insieme ai cinque famosi scogli, costituiscono l'omonima Riserva Naturale.

Il mito vuole questi siano i massi rocciosi lanciati con furia da Polifemo ad Ulisse; Madre Natura ci dice invece che devono la loro origine ad un rialzamento del fondale marino a causa di una delle frequenti eruzioni sottomarine dell'Etna (parliamo di circa 500.000 anni fa!).


POSIZIONE GOOGLE MAP


2. i Basalti Colonnari


Che ti intenda di geologia o no, devi sapere che Aci Trezza ha il vanto di essere uno dei luoghi più importanti a livello globale per quanto riguarda questa materia. Oltre ai faraglioni, a testimoniare le primordiali attività dell’Etna sono i Basalti Colonnari. Queste formazioni laviche sono molto rare: oltre che in Sicilia, le troverai solo in Irlanda e in Scozia. I Basalti nascono dal raffreddamento di colate laviche il cui flusso si è fratturato; in alcune zone sono accompagnati dai “cuscini di lava”, rocce laviche solidificatesi in blocchi tondeggianti. Possiamo dire che furono questi i primi “calci” della nostra Etna!



3. la Casa del Nespolo


Se vuoi conoscere a pieno l’antica quotidianità di un trezzano, non c’è posto migliore del Museo della Casa del Nespolo. Questa tipica abitazione è un perfetto esempio delle tradizionali case dei pescatori del XIX secolo. Una volta dentro, ti sembrerà di essere entrato nel mondo raccontato da Verga.

La Casa del Nespolo ha solo due camere. La prima è dedicata alla pellicola cinematografica “La terra trema” di Luchino Visconti, ambientata ad Aci Trezza; qui troverai fotografie, locandine e tutte le testimonianze relative al film. La seconda, la “stanza dei Malavoglia”, raccoglie preziosissime lettere e fotografie scattate da Verga in persona e strumenti utilizzati dai pescatori del luogo. Per ricostruire la vita di Trezza, bisogna che tu passi da qui!


POSIZIONE GOOGLE MAP


4. la Timpa di Acireale


Dal borgo di Santa Maria la Scala ha inizio un sentiero panoramico chiamato "le chiazzette" che porta fino alla Riserva Naturale della Timpa di Acireale, uno scoscendimento lavico a strapiombo sul mare che mostra le sovrapposizioni di strati rocciosi di moltissime epoche passate. Le sue pareti sono ripide e le sue falesie arrivano fino a 120 metri di altezza, ti sembrerà quasi di sfiorare il cielo!


POSIZIONE GOOGLE MAP


La Timpa di Acireale
La Timpa di Acireale e i Basalti Colonnari

5. Santa Maria la Scala


Santa Maria la Scala è un piccolo borgo di pescatori poco lontano da Aci Trezza. E' famoso per due motivi: il primo perché il suo svilupparsi attorno ad un porticciolo e un mulino ad acqua lo rende molto suggestivo, il secondo perché è stato casa di una mitica meraviglia naturale, la Grotta delle Colombe, formatasi in seguito dell’eruzione del 1669. Diciamo "è stato" perché purtroppo questa grotta di pietra lavica ricca di basalti colonnari è dal 1972 ormai andata perduta a causa delle mareggiate. Perché è famosa? Perché era il luogo dove il mito vuole si incontrassero per amoreggiare il pastore Aci e la ninfa Galatea.

VEDI ANCHE: I Luoghi del Mito: i faraglioni di Acitrezza e l’amore di Aci e Galatea


POSIZIONE GOOGLE MAP


6. lo Storytelling del mare


Ad Aci Trezza, come nel resto della Sicilia, conoscerai un popolo legato alla propria terra e alle proprie tradizioni, che non si è mai dimenticato delle proprie radici, ma che anzi le elogia come fossero le più nobili del mondo; in particolare ce n’è uno, Giovanni Mirabella, che è noto in paese per essere lo storytelling del luogo. Sulle barche che portano i turisti in visita alle Isole dei Ciclopi, racconta in rima la storia, le leggende e i miti legati al suo amato paese. Incontrarlo è semplice; in fondo, chi meglio di lui potrebbe parlarti di questa terra?


7. il Castello di Aci Castello

Il Castello di Aci Castello
Il Castello di Aci Castello

A godersi un bel panorama ci pensa altezzoso il Castello di Aci Castello, a pochi passi da Aci Trezza. Il castello, costruito nel 1076 come dimora dei regnanti Normanni, porta sulle spalle una storia frastagliata tra numerosi assedi e battaglie e solo nel 1530 divenne, insieme ai faraglioni, simbolo libero della città. Oggi ospita il Museo Civico dove potrai trovare reperti preistorici, medievali e legati alla mineralogia e geologia del luogo e un orto botanico che ospita piante endemiche. Tutto questo oltre ad una spettacolare vista panoramica.


POSIZIONE GOOGLE MAP


8. L'area Archeologica Santa Venera al Pozzo


Le terme di Santa Venera al Pozzo fanno parte dell’area archeologica della Valle di Aci dal 2010. A sfruttare per primi queste sorgenti furono i Greci, poi i Romani. Il nome delle terme risale al ‘600 ed è legato ad una tradizione secondo la quale, durante la persecuzione contro i Cristiani da parte dei Romani, proprio qui è stata decapitata Santa Venera (patrona di Acireale), la cui testa è stata poi gettata nel pozzo delle acque termali. Nella zona quindi è stata costruita nel 1300 una chiesetta dedicata alla Santa che divenne presto luogo di ritrovo di numerosi devoti.


POSIZIONE GOOGLE MAP


9. l'Opera dei Pupi Siciliani


Tra i patrimoni dell'umanità trovi anche l’Opera dei pupi siciliani che viene ancora oggi rappresentata ad Acireale. Al teatro dell’Opera dei Pupi potrai assistere alle epiche gesta di cavalieri e paladini, alle loro appassionate storie e alle loro eroiche battaglie per la rivalsa del popolo siciliano; conoscerai Carlo Magno e i suoi guerrieri, le vicende del Ciclo Carolingio e dell’ Orlando Furioso. Un' esperienza unica nel suo genere da condividere anche con i più piccoli!


POSIZIONE GOOGLE MAP


Opera dei Pupi Siciliani
I Pupi Siciliani

10. Il Carnevale di Acireale


Questo siamo certi lo saprai già: ogni anno a Febbraio Acireale indossa le sue maschere più belle! Il Carnevale acese è riconosciuto come il più bello e antico di Sicilia ed è rinomato in tutta Italia per i suoi grotteschi e allegorici carri che ogni anno sfilano nelle vie del centro storico tra luci, musica e tanta allegria. Perché la Sicilia è anche buonumore e quando vi ci giungi, non puoi che esserne contagiato.




Siamo riusciti a suscitarti interesse su questo luogo? Allora dai un'occhiata al Tour Sicilia Orientale 4 Giorni o al Tour Sicilia Orientale 10 Giorni in cui è compreso!

Se questo articolo ti è stato utile, metti un like (te ne saremo grati) e condividilo con i tuoi amici.

45 visualizzazioni0 commenti