EN
Cerca
  • Chiara Proietto

Casa Cuseni a Taormina, la locanda dei Viaggiatori in Sicilia

Aggiornamento: mar 26

Casa Cuseni a Taormina in passato fu meta amata da moltissimi grandi artisti e viaggiatori in Sicilia. Da Russell a Picasso, molti scelsero di soggiornare proprio qui, in questa antica locanda piena di fascino e mistero.


Casa Cuseni Taormina
Casa Cuseni, Dinning Room

Mare cristallino, paesaggi mozzafiato, promontori, reperti di un antico passato: Taormina ha tutto ciò che serve per essere una città da scoprire di tutto rispetto.

Tuttavia, a darle una marcia in più sono sicuramente le migliaia di storie che custodisce; se potesse parlare ci racconterebbe di quanti personaggi famosi e letterati abbia avuto gli occhi addosso, di quanti l’abbiano ammirata a bocca aperta.


In particolare, vi è un luogo in città che di persone illustri ne ha viste a volontà, un luogo dalla storia tanto importante che divenne protagonista di un libro: scoprilo con Tripnacria!



Casa Cuseni, una casa in Sicilia


Dal ’700 in poi, la Sicilia e Taormina erano diventate tappe di ogni viaggiatore del Grand Tour. Da Goethe a Maupassant, tutti volevano visitare Taormina tanto che ogni scusa sembrava ottima per farci un salto: pensa che c’è chi l’ha scelta come meta prediletta per “guarire” dall'aria di Inghilterra!

Robert Kitson
Ritratto di Robert Kitson

Siamo nel 1900.

Il pittore inglese Robert Kitson ha 27 anni ed una gran voglia di allontanarsi dall'azienda di locomotori del padre.

Dopo ben due febbri reumatiche consecutive, i medici inglesi gli consigliarono di cambiare aria per evitare di dover trascorrere un altro inverno in Inghilterra, per lui pericoloso.

Ed ecco che nella sua sfortuna (per le febbri, si intende) Kitson trova la sua fortuna, ovvero la scusa per fuggire, come da buona regola inglese, nel Mediterraneo ed esattamente a Taormina.

Il suo entusiasmo all'arrivo in città viene descritto nel libro autobiografico della nipote Daphne Phelps, “Una casa in Sicilia", che così esordisce:


Quando giunse a Taormina rimase incantato dalla sua bellezza magica, mentre la vista dell’Etna lo lasciò senza fiato. A quel tempo Taormina era un luogo incontaminato e molto simile a quello che Goethe, più di cent’anni prima, aveva meravigliosamente descritto “uno stupendo lavoro dell’Arte e della Natura”.

Tale bellezza lo spinge a comprare un terreno di ben 12 mila metri quadri dove ci costruisce nel 1905 una delle case più spettacolari di Sicilia, circondata da un rigoglioso giardino e dalla cui terrazza si godeva di una vista mozzafiato sull'Etna.

Kitson resta in Sicilia fino alla sua morte nel 1947. È allora che entra in gioco la nipote Daphne, la quale decide di prendersi cura della Villa dello zio e di trasformarla nella locanda in cui soggiornarono scrittori e artisti famosi provenienti da ogni parte del mondo!



Casa Cuseni, tra gossip…


Da allora, sono state molte le facce che Taormina ha visto all'interno della sua incantevole villa e molte di queste sono descritte nel libro di Daphne.

Te ne sveliamo qualcuna.


Nel 1950 il filosofo Bertrand Russell, premio Nobel per la letteratura, vi alloggia insieme alla moglie. Adocchiata, la giovane padrona di casa inizia ad intraprendere una relazione amorosa con il filosofo; per questo, la moglie lo lascia.


Il commediografo Tennessee Williams passa di qui e intraprende una relazione con il pittore, allora poco noto, Henry Faulkner che vive nelle stanze del giardiniere della Villa.


Roald Dahl scrive qui Fabbrica di Cioccolato; l’Etna ispira da queste stanze alcune scene di “007 - Si vive solo due volte”; Coco Chanel prende ispirazione dalle due C di Casa Cuseni per la sua maison.


Infine, Greta Garbo si dice abbia soggiornato nella Villa, rimanendo incantata dal panorama del terrazzo.



…e mistero!


All’interno di Casa Cuseni a Taormina vi è una camera, la “dinning room” , che è stata affrescata da Frank Brangwyn e che è rimasta chiusa e sconosciuta per moltissimi anni. Solo nel 1952, il fondatore del MoMa di New York, scopre l'affresco e cerca di trovarne un significato.

Ed ecco la risposta: la decorazione racconta la vita di un giovane omosessuale che, giunto a Taormina, incontra altri giovani con il suo stesso orientamento e finalmente riesce ad uscire allo scoperto e a concepire un amore ed una famiglia con un altro uomo.

Affresco della Dinning Room di Casa Cuseni
Affresco della Dinning Room

La storia narrata è quella dell'amore omosessuale di Robert e del suo compagno e, in particolare, quella del salvataggio di un bambino, Francesco, dal terremoto di Messina del 1904 che i due presero in affidamento.

Si dice che da questi affreschi restò colpito persino Pablo Picasso durante uno dei suoi soggiorni (non documentati).


Casa Cuseni, questa villa straordinaria ricca di fascino e mistero, è oggi monumento nazionale ed è protetta dal Victoria and Albert Museum di Londra.


Taormina può essere o non essere il posto più bello del mondo, certamente però Casa Cuseni è la casa più affascinante di Taormina.


Casa Cuseni Come Arrivare, Orari e Prezzi


Indirizzo: Via Leonardo da Vinci 5-7, Taormina

Orari: tutti i giorni alle 11 (tour lingua inglese) e alle 16 (tour lingua italiana) su prenotazione. Gli orari possono subire variazioni.

Costo: €15 (momentaneamente come offerta per restauro e manutenzione)

Per prenotazione e info: casacuseni@gmail.com




Siamo riusciti a suscitarti interesse su questo luogo? Allora dai un'occhiata al Tour Sicilia Orientale 4 giorni o al Weekend romantico a Taormina in cui è compreso!

Se questo articolo ti è stato utile, metti un like (te ne saremo grati) e condividilo con i tuoi amici.


93 visualizzazioni0 commenti